il tempo elemento centrale della vita degli essere umani

Su una distesa di campi selvaggi antistante un tratto di costa islandese, tre ragazzini costruiscono lentamente un “nido”, una casetta di legno piazzata si un tronco. Nell’immagine quadrata che ricordo il cinema degli albori, si susseguono una serie di scene riprese esattamente dallo stesso punto di vista. Hlynur Pálmason, in questo cortometraggio, tiene ben ferma la sua macchina dunque, ma è il paesaggio che cambia lungo un periodo di 18 mesi, il periodo di tempo che il regista ha deciso di dedicare a questo suo progetto, coadiuvato dai suoi tre figli, gli unici essere umani che appaiono in scena e che vediamo intenti a costruire la casetta e a giocare tra loro. Il tempo passa scandito dalle stagioni che portano cambiamenti climatici duri, le stagioni a queste latitudini sono estreme. Una riflessione sul tempo, che è allo stesso tempo lento nel suo incedere, quasi immobile come immobile è la macchina del regista; allo stesso è ricco di cambiamenti portati dal clima che altera vistosamente il paesaggio naturale e dalle attività umane, dal fermento tipico dei ragazzi che vivono in perfetta sintonia con l’ambiente che li circonda. Un esempio di adattamento e resilienza alle condizioni estreme della natura ma anche al periodo storico che i protagonisti stano vivendo.

Articoli Recenti

  • rimpianti e ricordi che caratterizzano la vita

Lo specchio di Andrej Tarkovskij

Settembre 25th, 2022|Commenti disabilitati su Lo specchio di Andrej Tarkovskij

Lo Specchio è un film di Andrej Tarkovskij, uno dei suoi più complessi ed enigmatici. Attraverso il personaggio di Aleksej il film propone un [...]

  • il rapporto difficile con la memoria

Lacci di Daniele Luchetti

Settembre 3rd, 2022|Commenti disabilitati su Lacci di Daniele Luchetti

Il menage coniugale di Aldo e Vanda, coppia con due figli ancora piccoli, viene sconvolto dalla notizia che lui, presentatore radiofonico a Roma, ha [...]

  • ferite e speranze

Notturno di Gianfranco Rosi

Settembre 2nd, 2022|Commenti disabilitati su Notturno di Gianfranco Rosi

Notturno di Gianfranco Rosi è un documentario girato nell’arco di tre anni lungo confini difficili del Medio Oriente: Kurdistan, Siria, Libano, Iraq, Iran, territori [...]

  • conflitto esistenziale

Barwy ochronne di Krzysztof Zanussi

Agosto 26th, 2022|Commenti disabilitati su Barwy ochronne di Krzysztof Zanussi

Durante l’estate, in un campus universitario polacco si ritrovano un gruppo di studenti universitari per partecipare ad un concorso letterario. Jaroslaw è un giovane [...]