memoria e integrazione

Un documentario diviso in 6 bobine in cui Jonas Mekas ricostruisce con filmati girati da lui stesso, la sua difficile storia di integrazione negli Stati Uniti da rifugio politico lituano. E’ un percorso nel tempo lungo circa 30 anni documentati da pezzi di vita quotidiana dell’autore. È interessante assistere al lento e incessante cambiamento di contenuti e di stile che emerge dai filmati, a cominciare dal formato che passa dal bianco nero al colore. E simbolicamente più colorata diventa anche la vita di Mekas, che passa dai primi anni cupi, caratterizzati spesso da una scarsa socialità, ad una progressiva integrazione che lascia spazio all’ingresso di gruppi di amici, donne, e una nuova partecipazione ad eventi culturali. E tutto questo coincide con un’espressività diversa, a tratti più leggera, dove giochi e sorrisi entrano nel racconto quotidiano. Esponente delle avanguardie Mekas fa del diario autobiografico la sua cifra espressiva più importante evolvendo nel tempo lo stile che in questo lavoro concede più spazio all’unità narrativa.

Articoli Recenti

  • poesia e malattia

Poetry di Chang-dong Lee

Aprile 24th, 2019|Commenti disabilitati su Poetry di Chang-dong Lee

Mija è una anziana donna che sta per scoprire di essere affetta da Alzheimer. Allo stesso tempo scopre che il nipote, a cui fa [...]

  • entrare nel mondo degli adulti

Pauline alla spiaggia di Eric Rohmer

Aprile 22nd, 2019|Commenti disabilitati su Pauline alla spiaggia di Eric Rohmer

Fine estate in una località di mare della Normandia. La trentenne Marion, appena uscita da un divorzio, passa gli ultimi giorni di vacanza con [...]