la necessità di esprimere i sentimenti

Yoraim è un uomo di mezza età rimasto vedovo da poco. È un veterinario, passa gran parte del tempo al lavoro, ed è piuttosto solo dal momento che non ha un rapporto con la figlia adolescente Roni: quasi si ignorano. Quando la ragazza tenta il suicidio Yoraim è costretto a fare i conti col malessere della ragazza e con quello suo. La visita presso i parenti, nel deserto fuori Tel Aviv, può essere l’ultima occasione per recuperare il rapporto.
Nimrod Eldar al suo primo lungometraggio propone l’analisi di un rapporto padre figlia, nella critica età dell’adolescenza, l’”età dell’ingratitudine” cosi come citato nel film. Situazione complicata dalla recente scomparsa della madre. Cosi il film si stabilisce al confine tra il racconto di un disagio adolescenziale e quello del lutto. In entrambi i casi il silenzio, la mancanza di comunicazione e di espressioni emotive diventano macigni che ostacolano un vivere accettabile. La prima parte del film è costruita nell’esposizione del personaggio del padre, assolutamente rinchiuso nel dolore, incapace di reagire a qualsiasi cosa. L’atto della ragazza, abbandonata alla sua solitudine e al suo dolore riesce solo minimamente a scalfire la condizione del padre, che troverà finalmente un’espressione nel viaggio che i due compiono insieme. Da quel momento, dall’espressione del dolore di uno, che aiuta l’altro a fare lo stesso, si gettano le basi per una condizione di vita diversa.

Articoli Recenti

  • la frammmentazione dell'individuo nella società moderna

Wilderness di Doug Aitken

Agosto 4th, 2022|Commenti disabilitati su Wilderness di Doug Aitken

L'umanità che Aitkrn vede sulla spiaggia di Venice Beach, in California, è caratterizzata da una sostanziale solitudine: la vita di ognuno scorre immersa [...]

  • il tempo elemento centrale della vita degli essere umani

Nest di Hlynur Pálmason

Agosto 3rd, 2022|Commenti disabilitati su Nest di Hlynur Pálmason

Su una distesa di campi selvaggi antistante un tratto di costa islandese, tre ragazzini costruiscono lentamente un "nido", una casetta di legno piazzata si [...]

  • società e cambiamento

A letter from Yene di Manthia Diawara

Luglio 29th, 2022|Commenti disabilitati su A letter from Yene di Manthia Diawara

Nel villaggio costiero di Yene, in Senegal, la vita è profondamente cambiata negli ultimi anni. La comunità, che tradizionalmente era composta da pescatori e [...]

Le dernier métro di François Truffaut

Giugno 27th, 2022|Commenti disabilitati su Le dernier métro di François Truffaut

A Parigi durante l’occupazione nazista il regista teatrale Lucas Steiner è costretto a nascondersi per sfuggire alle persecuzioni contro gli ebrei. La moglie Marion, [...]