il cinema come strumento terapeutico

Michele Apicella è un giovane regista di successo che però attira su di se tanto critiche da parte di chi lo accusa di eccessivo intellettualismo. Deve fare i conti con i suoi avversari nelle numerose trasmissioni e conferenza a cui partecipa, mentre deve tenere a bada chi si propone di aiutarlo per imparare il mestiere e storie d’amore che rimangono irrealizzate.
Sogni d’oro è il terzo film di Nanni Moretti, lavoro in cui prosegue la sua vena grottesca, spesso visionaria, e anticonformista. Appare evidente la natura autobiografica del film, dove Moretti da spazio alle sue nevrosi, alla sua insofferenza per il mondo che lo circonda, insofferenza che arriva ad essere intolleranza e che è diretta verso tutti gli ambienti che frequenta, da quelli intellettuali e colti a quelli più beceri. È sempre presente la volgarità e una certa dose di ignoranza, che loro malgrado, tutti manifestano in un modo o nell’altro. L’operazione di Moretti è senza dubbio funzionale alle sue necessità, immagina e costruisce la sua poetica e il suo stile preannunciando, in molti casi, come si evolverà il monto intorno a lui.

Articoli Recenti

  • sentimenti che costruiscono l'identità

Somersault di Cate Shortland

Ottobre 23rd, 2021|Commenti disabilitati su Somersault di Cate Shortland

La sedicenne Heidi vive con la madre cercando conferme tramite comportamenti seduttivi, fino a quando proprio a causa di questi comportamenti litiga con la [...]

  • complessità delle relazioni famigliari

Moving on di Yoon Dan-bi

Ottobre 18th, 2021|Commenti disabilitati su Moving on di Yoon Dan-bi

A causa delle difficolta economiche che sta vivendo, un nucleo famigliare composto da un padre, una figlia adolescente, Okju, e suo fratello minore Dongiu [...]

  • arte che fa riflettere sul tempo

Pino di Walter Fasano

Ottobre 10th, 2021|Commenti disabilitati su Pino di Walter Fasano

Pino Pascali è stato un importante esponente dell’arte povera, morto proprio nel momento migliore della sua carriera in un incidente motociclistico a Roma nel [...]

  • disagio esistenziale ed erranza

Lola di Jacques Demy

Ottobre 10th, 2021|Commenti disabilitati su Lola di Jacques Demy

Lola è una ragazza madre, canta e balla in un night a Nantes, e si intrattiene con gli uomini che vi incontra, per lo [...]