https://www.counseloraroma.net/wp-content/uploads/2021/06/MV5BZjk5ZWQxY2UtM2YwZS00NjlmLThjMGMtODdjYzkyYTQ5NmVkXkEyXkFqcGdeQXVyNzEyNjUwMTA@._V1_1-scaled.jpgMari è una donna matura che dirige la fabbrica tessile dove lavora Juli, giovane donna dalla vita complicata per via della relazione con un alcolista con il quale ha una figlia. Mari, anche lei sposata e con figli già grandi, decide di prendere sotto la sua protezione Juli e tra le due donne nascerà un’amicizia che le porterà a prendere consapevolezza di quello che non funziona nelle loro vite.
Márta Mészáros presenta due donne apparentemente molto diverse tea loro, per età. per classe sociale, per ruolo lavorativo e anche per la diversa definizione delle loro vite affettive. Ma la relazione intima che si sviluppa tra le due donne, forse l’unica vera relazione di scambio, fa emergere le inquietudini e le frustrazioni che le due donne avevano in qualche modo represso fino a quel momento. La paura che impediva loro di aprirsi a nuove possibilità diviene più sopportabile grazie al sostegno reciproco che le due donne sanno offrirsi e consentirà ad entrambe di cominciare ad immaginare un futuro diverso e probabilmente più appagante. Márta Mészáros conduce un’analisi del tema e dei personaggi precisa e rigorosa com’è nel suo stile. Molto interessante è anche la collocazione temporale storica che ci consente di farci un’idea sul funzionamento del lavoro statale nei paesi che erano a regime comunista.

Articoli Recenti