realizzazione della donna

MMldred è divisa dal tentativo di assicurare un futuro dorato per le figlie e i dissidi col marito che non riesce ad assicurare alla famiglia un tenore di vita adeguato. Decide di separarsi e comincia a lavorare come cameriera, e poi con l’aiuto di un amico, diviene imprenditrice aprendo diversi ristoranti. Nel frattempo si risposa con un uomo ricco caduto in disgrazia. Ma tutti i tentativi di elevare il suo status sociale per accontentare la figlia ambiziosa non hanno un buon esito.
Un super classico del woman film di Michael Curtiz. Le componenti del noir al femminile si mescolano ai tratti melodrammatici per una storia esemplare del suo genere. Il tentativo della protagonista di rendersi autonoma e di emanciparsi dalla condizione iniziale riesce solo in parte. Il prezzo che dovrà pagare sarà altissimo, la perdita delle amate figlie. Il tema psicoanalitico che emerge prepotente in quegli anni è perfettamente esemplificato dal rapporto madre figlia, dove la prima porta con se un atavico senso di colpa e la seconda non riesce ad uscire dal conflitto eterno con la madre, forse anche a causa del fatto di aver abbandonato il padre. Narrazione costruita con flashback che si alternano a momenti di un presente ambientato nella stazione di polizia; due momenti che sembrano costituire una vera differenza di generi. Come in molti film di quel periodo la realizzazione della donna non può essere completa: amore, maternità ed autonomia non possono essere realizzati tutti insieme.

Articoli Recenti

  • amore durata e complessità

Undine di Christian Petzold

Luglio 23rd, 2021|Commenti disabilitati su Undine di Christian Petzold

Quando Johannes comunica a Undine la sua decisione di interrompere il loro rapporto, lei minaccia ucciderlo se veramente lo farà. Ma proprio quando sta [...]

  • memoria immagini e sogni

Roma di Federico Fellini

Luglio 22nd, 2021|Commenti disabilitati su Roma di Federico Fellini

Roma vista in momenti diversi da Federico Fellini: dalle descrizioni mitiche conosciute durante la sua infanzia, all’esperienza vissuta personalmente quando negli anni della seconda [...]

  • accettare se stessi

Hikari di Naomi Kawase

Luglio 20th, 2021|Commenti disabilitati su Hikari di Naomi Kawase

Misako fa un lavoro particolare. Scrive e legge le descrizioni delle scene dei film per il pubblico non vedente. È un lavoro complesso, deve [...]

  • conflitto identitario

Nadia, Butterfly

Luglio 18th, 2021|Commenti disabilitati su Nadia, Butterfly

Nadia ha 23 anni e sta per affrontare l’olimpiade di Tokio, dove gareggerà nelle gare di nuoto. Nuota lo stile farfalla e spera di [...]