Nella sfrenata caccia al successo della Roma dei primi anni 60, Giovanni Alberti tenta la fortuna nell’edilizia, senza avere capacità particolari e senza avere denari. Pur di mantenere di fronte alla moglie l’immagine del successo mantiene uno stila di vita proibitivo che lo porta dapprima a rivolgersi ad agenzie di prestito senza scrupoli e poi a chiedere prestiti agli amici. Quando la moglie scopre che persino la loro casa è stata ipotecata, lo lascia e a quel punto per Giovanni si presenta un’insolita e drammatica prospettiva di cambiamento.

Esemplare della commedia all’italiana del boom di Vittorio De Sica, i protagonisti sono tutti mostrati con lucida e feroce lucidità. Emerge la figura del protagonista, vero intruso e personaggio simbolo della storia che non riuscendo a fare i conti con i suoi stessi limiti si pone in condizioni che si rivelano presto impraticabili. Siamo all’apice del boom, la depressione post crescita comincia ad intravedersi all’orizzonte e ognuno dei personaggi è sempre più attento solo al proprio tornaconto personale, senza nessuno scrupolo e moralità. Quello che il protagonista ha più degli altri è l’amore per la moglie e la famiglia che lo porterà a rinunciare ad una parte di se pur di continuare ad averla al suo fianco. Fondamentale nella sceneggiatura l’apporto della visione “fantastica” di Zavattini.

Articoli Recenti

  • la frammmentazione dell'individuo nella società moderna

Wilderness di Doug Aitken

Agosto 4th, 2022|Commenti disabilitati su Wilderness di Doug Aitken

L'umanità che Aitkrn vede sulla spiaggia di Venice Beach, in California, è caratterizzata da una sostanziale solitudine: la vita di ognuno scorre immersa [...]

  • il tempo elemento centrale della vita degli essere umani

Nest di Hlynur Pálmason

Agosto 3rd, 2022|Commenti disabilitati su Nest di Hlynur Pálmason

Su una distesa di campi selvaggi antistante un tratto di costa islandese, tre ragazzini costruiscono lentamente un "nido", una casetta di legno piazzata si [...]

  • società e cambiamento

A letter from Yene di Manthia Diawara

Luglio 29th, 2022|Commenti disabilitati su A letter from Yene di Manthia Diawara

Nel villaggio costiero di Yene, in Senegal, la vita è profondamente cambiata negli ultimi anni. La comunità, che tradizionalmente era composta da pescatori e [...]

Le dernier métro di François Truffaut

Giugno 27th, 2022|Commenti disabilitati su Le dernier métro di François Truffaut

A Parigi durante l’occupazione nazista il regista teatrale Lucas Steiner è costretto a nascondersi per sfuggire alle persecuzioni contro gli ebrei. La moglie Marion, [...]