relazione prigionia emotiva

Il giorno in cui Lucia e Marcelo, giovane coppia argentina, stanno per trasferirsi nell’appartamento che hanno scelto di acquistare comincia male. L’appuntamento per l’acquisto salta per essere rimandato al giorno dopo. Il malumore causato da questo evento da il via ad una lunghissima giornata di conflittualità violenta, dove tutta la rabbia inespressa nel tempo viene gettata sull’altro.
Juan Schnitman mette in scena quasi un kammerspiel dove la macchina segue da vicinissimo i lunghissimi dialoghi tra i due protagonisti, per la maggior parte del tempo in interno, in casa loro. È la descrizione di un rapporto di coppia che è divenuta una prigione per entrambi. Nessuno dei due è capace di comunicare bisogni e paure ed accumula rabbia e risentimento che ciclicamente esplodono diventando al tempo stesso unico momento di vicinanza emotiva. Allo stesso tempo sono entrambi incapaci di rinunciare alla relazione, troppa è la paura di trovarsi soli, e questo finisce per essere ulteriore motivo di risentimento. La messa in scena parla proprio di questa staticità relazionale con le sue lunghe scene senza stacchi; allo stesso tempo la camera che è sempre a mano, si muove a testimoniare l’instabilità e il disagio dei due protagonisti. I piani strettissimi restituiscono la sensazione di soffocamento che i due respirano in un rapporto dove non ci sono altre possibilità che mantenere le cose come sono, in una condizione che finisce per essere di estremo egoismo

Articoli Recenti

  • amore durata e complessità

Undine di Christian Petzold

Luglio 23rd, 2021|Commenti disabilitati su Undine di Christian Petzold

Quando Johannes comunica a Undine la sua decisione di interrompere il loro rapporto, lei minaccia ucciderlo se veramente lo farà. Ma proprio quando sta [...]

  • memoria immagini e sogni

Roma di Federico Fellini

Luglio 22nd, 2021|Commenti disabilitati su Roma di Federico Fellini

Roma vista in momenti diversi da Federico Fellini: dalle descrizioni mitiche conosciute durante la sua infanzia, all’esperienza vissuta personalmente quando negli anni della seconda [...]

  • accettare se stessi

Hikari di Naomi Kawase

Luglio 20th, 2021|Commenti disabilitati su Hikari di Naomi Kawase

Misako fa un lavoro particolare. Scrive e legge le descrizioni delle scene dei film per il pubblico non vedente. È un lavoro complesso, deve [...]

  • conflitto identitario

Nadia, Butterfly

Luglio 18th, 2021|Commenti disabilitati su Nadia, Butterfly

Nadia ha 23 anni e sta per affrontare l’olimpiade di Tokio, dove gareggerà nelle gare di nuoto. Nuota lo stile farfalla e spera di [...]