la necessità di emanciparsi da sentimenti giovanili

Irina torna dopo trent’anni a trovare Irina, con la quale aveva avuto una relazione affettiva. Nana è ora vedova con una figlia adolescente, vive in una fattoria in campagna e trova sollievo proprio in questo contatto con la natura. Irina, invece, ha una vita molto più movimentata, sempre in movimento e sempre alla ricerca di quella pace interiore che forse potrebbe ritrovare nell’incontro con Nana.
Tamar Shavgulidze racconta la complessità di vite che non si sono mai realmente allontanate, o evolute, rispetto alle aspettative adolescenziali. Il ricordo delle due donne, la malinconia di un sentimento perso, ha trovato declinazioni diverse, apparentemente compatibili con le loro più strette necessità. L’incontro servirò solo a confermare che il processo di emancipazione da quello stato deve necessariamente essere individuale.

Articoli Recenti

  • storia d'amore poetico e reale

L’Atalante di Jean Vigo

Aprile 3rd, 2022|Commenti disabilitati su L’Atalante di Jean Vigo

In un piccolo villaggio francese Jean sposa Juliette, e la porta con se nella sua vita nella chiatta che solca i fiumi del paese. [...]

  • paura ricerca della verità e amore

Drive my car di Ryûsuke Hamaguchi

Marzo 30th, 2022|Commenti disabilitati su Drive my car di Ryûsuke Hamaguchi

La morte dell’amata moglie è un evento che pesa ancora troppo nella vita di Yusuke Kafusu, noto regista teatrale giapponese, grande esperto di Cechov. [...]

  • emergere dall'anonimato

Pickpocket di Robert Bresson

Marzo 23rd, 2022|Commenti disabilitati su Pickpocket di Robert Bresson

Michel è un giovane che pratica il borseggio. Ma quella che all’inizio è una necessità, si rivela man mano una vocazione del giovane, che [...]