ricerca del senso della vita

Alessandro è un giovane di 22 anni che passe le giornate con gli amici seduto a in un bar di Trastevere, tra piccole beghe con bande rivali, la noia per un futuro senza prospettiva e la cotta per la madre di un suo amico.
Quando gli viene proposto di fare compagnia a Giorgio, un poeta ultraottantenne malato di Alzheimer, tentenna prima di accettare il lavoro, ma quando si lascerà trasportare dall’avventura scoprirà cose nuove.
Un film delicato e poetico di Francesco Bruni, dalla struttura ellittica, il protagonista e i suoi amici iniziano e finiscono seduti allo stesso bar con prospettive decisamente diverse nei due momenti. In mezzo c’è stato l’incontro con lo sconosciuto, i due protagonisti appartengono ad universi diversi e lontani ed entrambi si interrogano a modo loro sul senso della vita, sul significato che possono trarne. Solo avvicinandosi e lavorando insieme sarà possibile recuperare dalla memoria un significato importante che potrà dare stimolo e conseguenza alle loro scelte. In special modo tra i due protagonisti si svilupperà una forra di accudimento filiale, dove i ruoli non sono fissi, che consentirà loro di sperimentare una posizione nuova, quella di essere “visti” dall’altro: quanto è necessario per proseguire nella vita con una nuova consapevolezza: Essenzialmente un percorso di crescita necessario per entrambi.

Articoli Recenti

  • scelte difficili

Sarah e Saleem di Muayad Alayan

6 Dicembre, 2019|Commenti disabilitati su Sarah e Saleem di Muayad Alayan

Sarah e Saleem vivono a Gerusalemme ed hanno una liason estremamente problematica. Sono entrambi sposati, con situazioni particolari, il marito di Sarah è un [...]

Beshkempir, The Adopted Son di Joshua Klein

30 Novembre, 2019|Commenti disabilitati su Beshkempir, The Adopted Son di Joshua Klein

Mirian è un adolescente in un villaggio della Repubblica del Kirghizistan. Con i suoi amici vive i divertimenti dell’età, i primi turbamenti sessuali e [...]

  • vita tranquilla e vita di impegno

La tranquillità di Krzysztof Kieslowski

18 Novembre, 2019|Commenti disabilitati su La tranquillità di Krzysztof Kieslowski

Uscito di prigione dopo tre anni, Antoni Gralak lascia Cracovia per stabilirsi in Slesia dove spera di esaudire il suo grande desiderio di tranquillità: [...]

  • relazioni insoddisfacenti

Pingpong di Matthias Luthardt

17 Novembre, 2019|Commenti disabilitati su Pingpong di Matthias Luthardt

Dopo la morte del padre, il giovane Paul si trasferisce presso gli zii, famiglia medioborghese che vive in una villetta nella periferia tedesca. Il [...]