uguaglianza e vendetta

Karol Karol è un uomo polacco che sposato una donna francese, Dominque. La donna ha intentato una causa di divorzio perché il matrimonio non è stato consumato. Nonostante Karol continui a dichiarare il suo amore a Dominque e a ricordarle che prima che si trasferissero in Francia la loro sessualità funzionava bene, si arriva al divorzio. Messo in seria difficoltà dalla ex moglie Karol finisce sulla strada e poi riesce a tornare in Polonia con l’aiuto di un uomo incontrato in strada. In Polonia Karol grazie ad un una serie di iniziative spregiudicate diventa ricco e comincia tramare per vendicarsi.
In questo secondo film della trilogia dei colori, Krzysztof Kieslowski mette in scena una storia che ha tratti fortemente narrativi, fino a toccare momenti di suspance. Rimane la consueta abilità di indagare in modo dettagliato nella psicologia dei personaggi, semplicemente con l’uso consapevole della macchina da presa. Il tema dell’uguaglianza è sviluppato su due binari paralleli. Quello dell’amicizia tra i due uomini, che condividono una situazione di sofferenza e che riescono a rimanere sulla stessa lunghezza d’onda fino aa essere di aiuto reciproco. Dall’altra parte abbiamo l’uguaglianza che non c’è tra l’uomo e la donna e che alternatamente prima l’uomo poi la donna cercano di raggiungere. Lo stato di debolezza iniziale dell’uomo consente alla donna di schiacciarlo e quando l’uomo ritrova il suo potere riesce a trovare il modo per mettere la donna in condizione di inferiorità. Si tratta quindi di un processo vendicativo che non solo riesce a stabilire quell’uguaglianza utile ad entrambi, come nel caso dell’amicizia con l’uomo, ma diventa qualcosa che finirà per ritorcersi contro il protagonista, impossibilitato, nonostante tutto, a tornare ad amare la sua ex moglie. Se in film blu il colore generale delle scene, in questo film prevale il bianco

Articoli Recenti

  • la paura che spinge l'uomo a trovare mezzi di salvezza estremi

Offret di Andrej Tarkovskij

Febbraio 26th, 2021|Commenti disabilitati su Offret di Andrej Tarkovskij

Aleksandr è un uomo di mezza età, ex attore ritiratosi dalle scene perché il mestiere poteva confliggere con la sua identità. È un intellettuale [...]

  • difficoltà delle transizioni sociali

Dead Pigs di Cathy Yan

Febbraio 23rd, 2021|Commenti disabilitati su Dead Pigs di Cathy Yan

Nel fiume di Shangai cominciano ad emergere carcasse di maiali in numero sempre più consistente. Mentre si cerca di capire cosa stia succedendo un [...]

  • complessità e imprevedibilità della vita

Ise yarar bir sey di Pelin Esmer

Febbraio 17th, 2021|Commenti disabilitati su Ise yarar bir sey di Pelin Esmer

Leyla è una avvocatessa che sale sul treno per andare ad una rimpatriata di amici che rivedrà dopo 25 anni. Canan è una giovane [...]

  • vicinanza eccessiva in famiglia

Теснота di Kantemir Balagov

Febbraio 14th, 2021|Commenti disabilitati su Теснота di Kantemir Balagov

Caucaso russo, fine anni 90, Ilana ha 24 anni e lavora come meccanico nell’officina del padre. È una ragazza irrequieta poco disposta ad accettare [...]