vittime e carnefici vittime della società

Nell’Inghilterra dei primi anni ’80, Shaun è un ragazzino di 12 anni che viene prese in giro a scuola dai coetanei. Quando incontra un gruppo di skinheads più grandi, diventa la loro mascotte e comincia a cambiare per sentirsi più adulto, a partire dall’abbigliamento. Ma il gruppo di amici entrerà in crisi quando arriva Combo, appena uscito dal carcere.
Un’analisi di Shane Meadows, in parte autobiografica, dell’Inghilterra ai tempi della Thatcher, della guerra delle Falkland e dell’esplosione del fenomeno della migrazione. Nelle periferie marginali del paese, si vive senza più prospettive per il futuro, il senso di instabilità viene accentuato dal fenomeno dell’immigrazione. In questo contesto paura e violenza diventano l’inevitabile sbocco di questo stato di tensione, violenza che finisce per andare ben oltre le intenzioni iniziali, e che si confonde con questioni personali irrisolte. Il recupero dei valori dell’amicizia e della solidarietà rimane l’unica strada per uscire da un vicolo cieco senza speranza.

Articoli Recenti

  • amicizia e solidarietà

La ragazza d’autunno di Kantemir Balagov

23 Febbraio, 2020|Commenti disabilitati su La ragazza d’autunno di Kantemir Balagov

Nella Leningrado del 1945 gli effetti della guerra appena terminata sono devastanti. Iya è una ragazza altissima, introversa con un disturbo da stress che [...]

  • conflitto tra senso di colpi e aspierazioni di libertà

For Samà di Waad Al-Kateab

19 Febbraio, 2020|Commenti disabilitati su For Samà di Waad Al-Kateab

Nel 2012, durante la cosiddetta “Primavera Araba”, anche in Siria moti popolari spingono per la liberazione dall’oppressione del potere di Assad che opera [...]