vittime e carnefici vittime della società

Nell’Inghilterra dei primi anni ’80, Shaun è un ragazzino di 12 anni che viene prese in giro a scuola dai coetanei. Quando incontra un gruppo di skinheads più grandi, diventa la loro mascotte e comincia a cambiare per sentirsi più adulto, a partire dall’abbigliamento. Ma il gruppo di amici entrerà in crisi quando arriva Combo, appena uscito dal carcere.
Un’analisi di Shane Meadows, in parte autobiografica, dell’Inghilterra ai tempi della Thatcher, della guerra delle Falkland e dell’esplosione del fenomeno della migrazione. Nelle periferie marginali del paese, si vive senza più prospettive per il futuro, il senso di instabilità viene accentuato dal fenomeno dell’immigrazione. In questo contesto paura e violenza diventano l’inevitabile sbocco di questo stato di tensione, violenza che finisce per andare ben oltre le intenzioni iniziali, e che si confonde con questioni personali irrisolte. Il recupero dei valori dell’amicizia e della solidarietà rimane l’unica strada per uscire da un vicolo cieco senza speranza.

Articoli Recenti

  • conflitti adolescenziali

Bes Vakit di Reha Erdem

Giugno 26th, 2019|Commenti disabilitati su Bes Vakit di Reha Erdem

In un villaggio montano della Turchia vivono famiglie che fanno del lavoro quotidiano la lor principale ragione di vita. Tre ragazzi appena adolescenti condividono [...]

L’amico della mia amica di Eric Rohmer

Giugno 19th, 2019|Commenti disabilitati su L’amico della mia amica di Eric Rohmer

Blanche e Lea sono due ragazze che vivono nella provincia di Parigi. Si incontrano casualmente e diventano amiche pur essendo molto diverse. Lea è [...]