Vlada ha il compito di portare un camion, di cui ignora il contenuto, a Belgrado attraversando il territorio serbo. Siamo nel 1999 e la Nato ha appena cominciato a bombardare la zona, le strade sono interrotte ed il clima è complicato. Durante il percorso darà un passaggio ad un ragazzo, anche lui diretto a Belgrado. Una volta compiuta la missione avrà giusto il tempo di passare una giornata con la famiglia in casa prima di intraprendere un nuovo viaggio
Ognjen Glavonić racconta una storia ambientata nella Serbia durante la guerra, che è mostrata solo attraverso i volti degli uomini, affaticati, sospettosi e attraverso un clima che è sempre uggioso. È un racconto di viaggio, pieno di incertezze, non sapremo mai qual è il carico ma immaginiamo che sia qualcosa di terribile. In questo clima duro, di privazioni restano i rapporti umani, ancora possibili, come quello che il protagonista intreccia con l’autostoppista e la speranza dei due giovani adolescenti, uno è il figlio di Vlada, che ascoltano musica insieme

Articoli Recenti

  • l'amore che cura

Julia di Erick Zonca

Luglio 5th, 2020|Commenti disabilitati su Julia di Erick Zonca

Julia è una donna di mezza età che ha una vita del tutto sregolata. È sola. Alcolista, ogni notte finisce in un letto diverso [...]

  • viaggo di ricerca identitaria

The color wheel di Alex Ross Perry

Luglio 1st, 2020|Commenti disabilitati su The color wheel di Alex Ross Perry

Colin e Jr sono fratello e sorella, quasi coetanei nella fase dell’esistenza in cui devono costruire il loro futuro. In modi diversi non riescono [...]

  • resilienza e bisognmo di essere amati

Diz a ela que me viu chorar di Maira Bühler

Luglio 1st, 2020|Commenti disabilitati su Diz a ela que me viu chorar di Maira Bühler

Maira Bühler è una filmmaker brasiliana che in questo lavoro racconta momenti di vita quotidiana girati all’interno di un ricovero per homeless che può [...]

  • esseri umani in cattività

Iron Island di Mohammad Rasoulof

Giugno 30th, 2020|Commenti disabilitati su Iron Island di Mohammad Rasoulof

Su una vecchia petroliera abbandonata nel Golfo Persico, vive da anni una comunità di uomini, donne e bambini iraniani; umanità emarginata con poche prospettive [...]