difficolta di comunicazione

Una ragazza viene trovata morta in un fossato nella campagna francese. La polizia stima che sia avvenuto per cause naturali e allora il film ci racconta le sue vicende dell’ultimo mese. Agnes Varda ricostruisce una storia di sofferenza ed emarginazione della giovane protagonista, ribelle e profondamente irrequieta incapace di trovare un proprio posto tra gli uomini decide di vivere instrada. Attraverso i flashback di chi l’aveva incontrata emergono anche le diverse esperienze di rifiuto che la ragazza prima o poi era stata costretta a subire, esperienze che avevano finito per minare la sua resistenza e che in ultima analisi l’avevano portata al tragico epilogo. Cinema del reale quasi, Varda sceglie di far raccontare ai protagonisti le vicende rivolgendosi direttamente in macchina, al pubblico quindi, evidente retaggio delle vague di cui la regista aveva fatto parte. E proprio in questa scelta è emblematica delle stesse vicende della ragazza; i protagonisti raramente parlano tra loro e se parlano no si comprendono; parlare in macchina è certamente un modo di parlare a tanti, ma allo stesso tempo è anche non parlare a nessuno. Ritorna dunque, grazie al dispositivo narrativo, quella difficoltà di comunicazione emblema delle difficoltà della ragazza.

Articoli Recenti

  • l'amore che cura

Julia di Erick Zonca

Luglio 5th, 2020|Commenti disabilitati su Julia di Erick Zonca

Julia è una donna di mezza età che ha una vita del tutto sregolata. È sola. Alcolista, ogni notte finisce in un letto diverso [...]

  • viaggo di ricerca identitaria

The color wheel di Alex Ross Perry

Luglio 1st, 2020|Commenti disabilitati su The color wheel di Alex Ross Perry

Colin e Jr sono fratello e sorella, quasi coetanei nella fase dell’esistenza in cui devono costruire il loro futuro. In modi diversi non riescono [...]

  • resilienza e bisognmo di essere amati

Diz a ela que me viu chorar di Maira Bühler

Luglio 1st, 2020|Commenti disabilitati su Diz a ela que me viu chorar di Maira Bühler

Maira Bühler è una filmmaker brasiliana che in questo lavoro racconta momenti di vita quotidiana girati all’interno di un ricovero per homeless che può [...]

  • esseri umani in cattività

Iron Island di Mohammad Rasoulof

Giugno 30th, 2020|Commenti disabilitati su Iron Island di Mohammad Rasoulof

Su una vecchia petroliera abbandonata nel Golfo Persico, vive da anni una comunità di uomini, donne e bambini iraniani; umanità emarginata con poche prospettive [...]