la danza come strumento espressivo e di conoscenza

Wim Wenders porta in scena una straordinaria interprete della danza, Pina Bausch, coreografa, danzatrice e creatrice del Tanztheater di Wuppertal. Pina Bausch aveva una incredibile capacità di “vedere” quello che gli altri non vedevano: vedeva capacità e possibilità nei suoi stessi artisti prima ancora che loro potessero rendersene conto. Proprio sul meccanismo della visione Wenders crea la narrazione di Pina. I dancer stessi vedono in una sala di visione filmati di repertorio di Pina Bausch e Wenders ci introduce in un processo di visione della danza dentro all’evento stesso: lo spettatore è oggetto dello sguardo dei protagonisti ma anche sguardo in soggettiva su di loro. Ricostruendo 4 dei più importanti spettacoli creati dalla coreografa tedesca, Wenders, anche attraverso i ricordi degli interpreti della compagnia, ci accompagna nel suo immaginario attraverso il contatto con gli elementi primari, la terra, l’acqua la sostanza, portando le corografie negli spazi urbani e naturali conferendo alla danza una dimensione di realtà e concretezza. Temi centrali sono le relazioni, la difficoltà nel trovarsi e nel lasciarsi e il dolore che tutto questo provoca inevitabilmente.

Articoli Recenti

  • l'amore che cura

Julia di Erick Zonca

Luglio 5th, 2020|Commenti disabilitati su Julia di Erick Zonca

Julia è una donna di mezza età che ha una vita del tutto sregolata. È sola. Alcolista, ogni notte finisce in un letto diverso [...]

  • viaggo di ricerca identitaria

The color wheel di Alex Ross Perry

Luglio 1st, 2020|Commenti disabilitati su The color wheel di Alex Ross Perry

Colin e Jr sono fratello e sorella, quasi coetanei nella fase dell’esistenza in cui devono costruire il loro futuro. In modi diversi non riescono [...]

  • resilienza e bisognmo di essere amati

Diz a ela que me viu chorar di Maira Bühler

Luglio 1st, 2020|Commenti disabilitati su Diz a ela que me viu chorar di Maira Bühler

Maira Bühler è una filmmaker brasiliana che in questo lavoro racconta momenti di vita quotidiana girati all’interno di un ricovero per homeless che può [...]

  • esseri umani in cattività

Iron Island di Mohammad Rasoulof

Giugno 30th, 2020|Commenti disabilitati su Iron Island di Mohammad Rasoulof

Su una vecchia petroliera abbandonata nel Golfo Persico, vive da anni una comunità di uomini, donne e bambini iraniani; umanità emarginata con poche prospettive [...]