resilienza e bisognmo di essere amati

Maira Bühler è una filmmaker brasiliana che in questo lavoro racconta momenti di vita quotidiana girati all’interno di un ricovero per homeless che può ospitare fino a 107 persone. Con lo stile che ricorda il direct cinema la macchina da presa documenta, senza mai essere invadente, la vita delle persone, le relazioni, i problemi che sorgono tra gli ospiti della struttura. Molti di loro fanno anche uso di sostanze e per tutti si tratta di una permanenza sempre a rischio: per motivi disciplinari o per altri (in effetti il centro verrà chiuso dopo l’insediamento della nuova giunta politica) la possibilità di tornare sulla strada è sempre dietro l’angolo. Emerge la forza che ognuno impiega per continuare a vivere, e soprattutto, quello che veramente lega tutti nel bisogno, è la necessità di essere amati. Un bisogno che accomuni tutti gli esseri viventi e che in queste vite al limite riesce ad emergere come un vero grido di dolore.

Articoli Recenti

  • empatia in silenzio

Il silenzio sul mare di Takashi Kitano

Gennaio 24th, 2021|Commenti disabilitati su Il silenzio sul mare di Takashi Kitano

Shigeru lavora come netturbino: è un giovane ragazzo sempre con la testa altrove ed è sordomuto. Un giorno trova tra la immondizia un vecchio [...]

  • una transizione sociale
  • una transizione sociale

Xiao Wu di Jia Zhang-ke

Gennaio 12th, 2021|Commenti disabilitati su Xiao Wu di Jia Zhang-ke

Wu è un giovane che vive di espedienti, piccole truffe e borseggi. La sua piccola banda però comincia a sciogliersi quando alcuni di loro [...]

  • trauma e sensi di colpa

Gozetleme Kulesi di Pelin Esmer

Gennaio 7th, 2021|Commenti disabilitati su Gozetleme Kulesi di Pelin Esmer

Nella montagna dell’entroterra turco si trovano due persone che stanno sfuggendo da qualcosa. Nihal è un uomo che in seguito ad un incidente automobilistico [...]