la frammentazione dell'individuo moderno

Ed è un insegnante di classe elementare che ha la necessità di fare un doppio lavoro per mantenere uno standard adeguato di vita alla sua famiglia. Lo fa di nascosto perché il lavoro umile coi taxi non si sposa bene con la sua figura sociale. Quando una malattia rara lo colpisce, la necessità di assumere cortisone in quantità sempre più elevate lo porta ad avere veri e propri effetti allucinatori che mettono a repentaglio la vita della famiglia.
Nicholas Ray firma questo melodramma che spicca per la messa in scena visiva. Il tema è quello tipico del genere, la costruzione dell’identità rispetto alle istituzioni sociali. Paradossalmente in questo caso, quello che viene scambiato per allucinazione nasconde, in realtà, una forte critica del modello imperante della società del tempo. L’improvvisa necessità che emerge dallo stato alterato del protagonista chiede di uscire dalla mediocrità, dalla vita socialmente condivisa fatta di stereotipi e simboli. La critica emerge velatamente, ben nascosta dalla narrazione classica che classifica come follia la deriva di Ed. Classico esempio di “progressive text”

Articoli Recenti

  • l'amore che cura

Julia di Erick Zonca

Luglio 5th, 2020|Commenti disabilitati su Julia di Erick Zonca

Julia è una donna di mezza età che ha una vita del tutto sregolata. È sola. Alcolista, ogni notte finisce in un letto diverso [...]

  • viaggo di ricerca identitaria

The color wheel di Alex Ross Perry

Luglio 1st, 2020|Commenti disabilitati su The color wheel di Alex Ross Perry

Colin e Jr sono fratello e sorella, quasi coetanei nella fase dell’esistenza in cui devono costruire il loro futuro. In modi diversi non riescono [...]

  • resilienza e bisognmo di essere amati

Diz a ela que me viu chorar di Maira Bühler

Luglio 1st, 2020|Commenti disabilitati su Diz a ela que me viu chorar di Maira Bühler

Maira Bühler è una filmmaker brasiliana che in questo lavoro racconta momenti di vita quotidiana girati all’interno di un ricovero per homeless che può [...]

  • esseri umani in cattività

Iron Island di Mohammad Rasoulof

Giugno 30th, 2020|Commenti disabilitati su Iron Island di Mohammad Rasoulof

Su una vecchia petroliera abbandonata nel Golfo Persico, vive da anni una comunità di uomini, donne e bambini iraniani; umanità emarginata con poche prospettive [...]