problrmatiche esistenziali tra amicizia e amore

Mitch e Kyle sono due amici fraterni. Cresciuti insieme, la benestante famiglia di Kyle, mai troppo amato dai suoi, ha “adottato” il più povero e più assennato Mitch. Quando si innamorano della stessa donna, Kyle riesce a sposarla grazie alla sua ricchezza e al fascino del perdente. Il matrimonio entra in crisi quando a causa della presunta sterilità della coppia Kyle ricade nel problema dell’alcol.
Grande melodramma hollywoodiano di Douglas Sirk, sul tema dell’amore che in questo caso si declina tra amicizia e rapporto di coppia. Su tutto la dipendenza da alcol che affligge la vita delle persone più fragili, quelle hanno più sofferto mancanze e debolezze nella loro gioventù pur essendo cosi economicamente potente, da “regnare”, letteralmente, nel loro territorio. Protagonisti estremamente caratterizzati, il buono è sempre e solo buono, il cattivo, che in questo caso è un disperato, è sempre inevitabilmente cattivo, mostrano come le possibilità che si aprono loro devono poter contare su basi solide. Per questa ragione Mitch riesce a portare avanti il proprio progetto pur tra le difficoltà, mentre Kyle di fronte alla crisi tracolla. Ma proprio per la loro debolezza diventano personaggi più credibili e simpatici. Il film è a volte di difficile comprensione per via delle rigide regole moralistiche che impediscono la trattazione di temi “scabrosi” in modo sufficentemente chiaro.

Articoli Recenti