sospendere il giudizio per lasciare spazio alle emozioni

Nello stesso giorno in cui Piotr supera l’esame per diventare avvocato, Jacek girovaga per le strade di Varsavia senza avere niente da fare; inquieto e rabbioso finisce per uccidere un tassista che incontra sulla sua strada. I due si ritrovano un anno dopo in tribunale per il processo che si concluderà con la condanna del giovane
Film davvero potente di Kieslowski sulla genesi della morte. Con un lungo flashback, che poi flashback non è fino in fondo; il regista ricostruisce una storia di violenza e dolore che coinvolge tutti i protagonisti. Il film ruota attorno alle due sequenze cardine, girate in modo davvero efficace, con la semplicità e la crudezza del dettaglio tipica del regista polacco, dell’assassinio del tassista e della applicazione della pena di morte. Entrando nella profondità dei personaggi Kieslowski invita a riflettere su quello che c’è dietro ciò che appare in modo manifesto. Se il tema portante è quello dell’applicazione della morte, soprattutto quella applicata dalla giustizia, parallelamente il discorso approfondisce il tema del giudizio. I personaggi francamente detestabili, di fronte alla prospettiva della fine mostrano un’altra umanità che rende comprensibile, in parte, anche la motivazione che li porta ad agire in modo drammatico. Di fronte al continuo capovolgimento della prospettiva non rimane che sospendere ogni tipo di giudizio e ascoltare le emozioni che suscitano gli eventi della vita.

Articoli Recenti

  • riaprirsi alla vita nella maturità

Rompecabezas di Natalia Smirnoff

22 Gennaio, 2020|Commenti disabilitati su Rompecabezas di Natalia Smirnoff

Nel giorno in cui compie 50 anni Maria del Carmen riceve in regalo una scatola di puzzle, qualcosa di nuovo per lei. Pian piano [...]

  • adolescenti che crescono

As Duas Irenes di Fabio Meira

18 Gennaio, 2020|Commenti disabilitati su As Duas Irenes di Fabio Meira

Irene vive in un villaggio in un luogo imprecisato del Brasile. Vive la tipica crisi adolescenziale che la porta a cercare qualcosa fuori dell’ambiente [...]

  • amori irrequieti

L’amore fugge di François Truffaut

13 Gennaio, 2020|Commenti disabilitati su L’amore fugge di François Truffaut

Antoine Doinel ha 35 anni, da poco ha finalmente pubblicato il suo primo libro, “Insalate d’Amore” e sta divorziando dalla moglie. Rimane un uomo [...]