differenziazione dal genitore

In un villaggio della Nuova Zelanda Boy, ragazzino di 11 anni, vive con il fratellino, ed altri piccoli cugini di cui si prende cura quando la nonna, unica adulta, per qualche ragione si deve assentare. Il suo eroe è Michael Jackson e quel padre che assente da anni finalmente ritorna insieme a due amici. Passare un po di tempo col papà consente a Boy di conoscerlo nel reale, e capire che piuttosto che un eroe dalle mille potenzialità è un’irresponsabile teppista dedito all’alcool e al furto.
Taika Waititi mette in scena una storia profonda e grottesca allo stesso tempo. Il risultato è un lavoro fresco, che coinvolge grazie al ragazzo che con molta spontaneità trascina la storia. Il tema è un classico, il percorso evolutivo di un ragazzo rispetto al genitore. Conoscere la vera natura del genitore consente a Boy di operare quella differenziazione necessaria per una vita autonoma e adatta alla sua natura.

Articoli Recenti

  • empatia in silenzio

Il silenzio sul mare di Takashi Kitano

Gennaio 24th, 2021|Commenti disabilitati su Il silenzio sul mare di Takashi Kitano

Shigeru lavora come netturbino: è un giovane ragazzo sempre con la testa altrove ed è sordomuto. Un giorno trova tra la immondizia un vecchio [...]

  • una transizione sociale
  • una transizione sociale

Xiao Wu di Jia Zhang-ke

Gennaio 12th, 2021|Commenti disabilitati su Xiao Wu di Jia Zhang-ke

Wu è un giovane che vive di espedienti, piccole truffe e borseggi. La sua piccola banda però comincia a sciogliersi quando alcuni di loro [...]

  • trauma e sensi di colpa

Gozetleme Kulesi di Pelin Esmer

Gennaio 7th, 2021|Commenti disabilitati su Gozetleme Kulesi di Pelin Esmer

Nella montagna dell’entroterra turco si trovano due persone che stanno sfuggendo da qualcosa. Nihal è un uomo che in seguito ad un incidente automobilistico [...]